Lavoratori nelle trasferte all’estero

Nell’individuazione e prevenzione dei potenziali pericoli per la salute (“rischi generici aggravati” come definiti nell’Interpello n. 11/2016 ai sensi art.12, D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.) si devono considerare molteplici fattori quali: località geografica, contesti macroclimatici complessi e relativa stagionalità, qualità delle infrastrutture, agenti fisici, agenti chimici, agenti biologici e agenti psicosociali.
Per impostare le linee di azione e stabilire gli strumenti preventivi, il Datore di Lavoro, l’RSPP ed il Medico Competente devono effettuare un’attenta valutazione del rischio e conseguenti azioni di prevenzione e protezione come normato dal D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i. attraverso il Titolo X, rischio biologico, art. 278 Informazione sulle malattie che possono essere contratte e art. 279 Prevenzione e controllo.
Procedura proposta per la sorveglianza del Personale Trasfertista:
  • Identificazione delle aree geografiche prevalenti di interesse dell’azienda
  • Aggiornare la valutazione dei rischi con una parte dedicata al “lavoro all’estero” e definire le misure necessarie
  • Acquisire informazioni in particolare sulle condizioni legate a salute e sicurezza
  • Formare i lavoratori
  • Sottoporre i lavoratori a sorveglianza sanitaria
  • Prevedere una gestione delle situazioni di emergenza

Universal Health Coverage; Everyone, evrerywhere

CONTATTACI

Richiedi maggiori informazioni sui nostri servizi

Link per visionare Informativa Privacy per Moduli di Contatto e Newsletter

SEDE

Via Francesco Ferrucci 2
Milano (MI) - 20145

TELEFONO

02 36570750

ORARI

Da Lunedì al Venerdì
dalle: 8:00 alle 17:30